Lo scirocco…

Arriva, prima o poi,  lo scirocco.

Lo riconosci subito. Dapprima come vento tiepido, piacevole: specie se in inverno, porta ristoro. Poi, man mano che il giorno si fa strada, via via diventa più caldo. Ti colpisce in faccia, carico di sabbia, polvere che come tanti piccoli spilli colpisce la tua pelle . E fai fatica a respirare, a compiere i normali gesti quotidiani. Lo conoscono bene gli abitanti del mare, mare che da alleato e fornitore di vita, può trasformarsi nel giro di pochi minuti in nemico mortale, per via delle grandi correnti che ti spingono al largo.

Lo scirocco amplifica quello che ci circonda, come una grossa lente di ingrandimento e ti permette, anche se a fatica, di vedere le cose con occhi diversi. Spesso porta con se cambiamenti. Questo vento del sud è stato sempre presente nei momenti cruciali della mia vita: quando ho conosciuto mia moglie, quando ho sposato mia moglie, quando è nata mia figlia ed in altre innumerevoli situazioni. Segna a modo suo il passare del tempo: ti invita ogni tanto a fermarti, a riflettere un pò come avviene per la pioggia. In ogni singolo granello di sabbia ti vedi tu, quello che sei e che potresti essere, le occasioni perdute e quelle colte al volo.Tornerà nuovamente, ancora e ancora e ogni volta ti troverà diverso: lo scirocco. Tormento, inquietudine, rinascita a vita nuova.

Pino Mignano – 12 luglio 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...