Le cose belle del nostro dialetto

” Chi c’ amu a ghiri a cuntari o Signuri “…

Tipica espressione del siciliano medio per sottolineare che occorre cogliere l’ attimo e che tirando le somme su questa terra non rimane nulla. Spesso si usa alla fine di una bella serata di divertimento o la mattina quando si raccontano le avventure della sera precedente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...